Apprendimento

La parola “formazione” è desueta e soprattutto anacronistica; infatti oggi non c’è proprio nulla da “formare”.

“Formare” presuppone qualcosa di precostituito, da “mettere dentro”, da trasferire per dare “forma” a chi lo riceve.

Oggi non possono esistere modelli precostituiti, nel momento in cui sono pensati sono già superati da un mondo che viaggia a velocità impensabile in passato, ecco perché non funzionano più.

La parola “apprendimento” rispecchia invece il reale focus da mantenere, cioè su chi apprende e come apprende e non sul modello, sulla forma da trasferire.

Qui il movimento è opposto: si tratta di “tirare fuori” da chi apprende ciò che già possiede ed educarlo a rielaborare in maniere sempre diverse tutto il suo bagaglio in funzione delle varie situazioni che la vita moderna gli sottopone costantemente.

Se usiamo talvolta la parola “formazione” è quindi soltanto perché è universalmente conosciuta.

Ci sono tre vie di apprendimento per l’adulto:

  • Vie di apprendimento organizzate: classicamente quelle in cui c’è un facilitatore (insegnante, docente), c’è un fine specifico di apprendimento, e c’è anche un percorso da seguire.
  • Vie offerte dalla vita/destino: la vita stessa ci mette di fronte a prove e situazioni attraverso il cui superamento possono essere acquisite nuove f acoltà, maturità,conoscenze.
  • Vie aperte dalla propria ricerca interiore: sono le vie delle domande
    profonde che ogni essere umano arriva a porsi e che producono un cammino interiore di conoscenza. La nostra stessa interiorità diventa “aula” di insegnamento:
    è lì che si impara.

I nostri Laboratori di Apprendimento fanno percorrere contestualmente le tre vie,
e a tal proposito è stato creato l’Istituto ISAIA – Istituto di Sviluppo Armonico dell’Individuo Adulto.

Istituto ISAIA

L’Istituto Superiore per l’Apprendimento dell’Individuo Adulto, offre i suoi Laboratori di Apprendimento a tre diverse categorie di fruitori:

  1. Organizzazioni
  2. Coaches e Consulenti
  3. Privati