Ogni essere umano si trova contemporaneamente su tre line temporali: il passato, il presente e il futuro. La prima la vive in perfetta coscienza, tanto da poterla analizzare. La seconda la vive in uno stato di coscienza di dormiveglia, a volte non è cosciente di ciò che sta vivendo. La terza la vive per lo più in uno stato di sonno e di incoscienza: il nostro futuro è insondabile e sconosciuto. Eppure, il nostro futuro ci chiama costantemente, bussa ogni giorno alla nostra porta, perché vuole realizzarsi secondo il piano evolutivo di ogni essere umano. Come riconoscere il suo linguaggio e le sue chiamate per imboccare la via che ci suggerisce?